preloder
+39 08031530895 info@domosystem.net

Antintrusione   

Esistono tre tipologie di impianti antifurto: protezione volumetrica interna, perimetrale interna e perimetrale esterna. Questi impianti sono composti da una centralina di allarme che gestisce l’intero sistema, da dispositivi di rilevazione che segnalano la presenza di estranei e da sirene che avvisano dell’intrusione.

  • Gli impianti di protezione volumetrica interna si compongono di sensori di movimento installati all’interno dell’edificio.
  • Gli impianti di protezione perimetrale interna prevedono dispositivi installati nei serramenti o in prossimità degli stessi come contatti magnetici di apertura, i rilevatori a fune per le tapparelle, le barriere attive che rilevano l’attraversamento.
  • Gli impianti di protezione volumetrica esterna consistono in una serie di dispositivi di rilevazione dislocati nelle aree antistanti l’edificio (giardino, spazi comuni) in linea con le caratteristiche dell’esterno.

I principali componenti costituenti un impianto antintrusione possono essere così riassunti:

  • centrale
  • avvisatori
  • inseritori
  • rilevatori di apertura
  • rilevatori volumetrici
  • rilevatori lineari

    Videosorveglianza  

    Video

    sorveglianza

    I sistemi di videocontrollo rilevano autonomamente qualsiasi anomalia nell’ambiente: offrono la possibilità di attivare la rilevazione di movimento sulle singole telecamere e, in caso di allarme, di inviare al Centro Servizi un filmato. Tale filmato potrà essere scaricato sul tuo cellulare o sul tuo PC.

    I sistemi con funzionalità avanzata di rilevazione del movimento sono dotati di controllo selettivo, locale e a distanza, di aree prestabilite. Segnalano immediatamente all’utente l’evento rilevato tramite sms o e-mail e registrano le immagini relative all’evento provenienti da più telecamere.

    I sistemi in quadrivisione permettono di osservare simultaneamente sul monitor le immagini riprese da quattro telecamere.

    I sistemi con selezione ciclica assicurano un completo monitoraggio della casa, inclusi gli angoli più nascosti. I monitor mostrano a rotazione (un’immagine alla volta) le riprese dalle telecamere, con la possibilità opzionale di ascoltare i suoni ambientali.

    I sistemi multiplex permettono di registrare contemporaneamente le immagini provenienti da diverse telecamere, con la possibilità di rivederle come riprese video indipendenti.

    Le soluzioni proposte realizzano la copertura ottimale degli ambienti da controllare, anche da remoto. L’obiettivo è mantenere una costante vigilanza sull’abitazione o sull’edificio.

     

      Allarmi Tecnici

      Tramite gli allarmi tecnici si possono mettere sotto controllo i dispositivi dell’abitazione che in caso di malfunzionamento potrebbero provocare danni più o meno gravi.

      Siamo abituati a considerare questi apparecchi come funzionanti gli uni indipendenti dagli altri (stand-alone), oggi però si possono integrare in un unico sistema che li controlla e li governa.

      Una perdita di gas, l’allagamento di un locale, il malfunzionamento del congelatore o l’apertura accidentale dell’interruttore differenziale, una volta rilevate, tramite il bus del sistema antifurto, vengono inviate al comunicatore che provvede ad avvisare l’utente il quale, a sua volta, potrà intraprendere tutte le azioni necessarie per porre rimedio all’inconveniente garantendo una sempre maggiore sicurezza domestica.

        Share This